Le cortine del letto a baldacchino, le tende e la tappezzeria sono quelle che accolsero Vittorio Emanuele II nel 1861.

Al centro uno dei più bei tavoli d’alabastro e alle pareti Madonna con Bambino di Lucia Anguissola (1542? -1565) ritratto di monsignore di A. Barchi (1869-1897) e Dama in nero di Vittorio Corcos (1859-1933).

Accanto alla finestra ritratto del Re Vittorio Emanuele II ricamato a piccolo punto e scena biblica sempre a ricamo. Sotto di loro coppia di cassettoni lombardi del Settecento. Gli altri quadri raffigurano dame di varie famiglie imparentate con la famiglia Viti.